Be happy!



Ci sono giorni in cui le cose si complicano, ci sono molti pensieri e mi intristisco. Ecco, in questi giorni sono un po' triste. Ormai mi conosco: quando mi capitano queste giornate devo stare attenta a non cadere nell'autocommiserazione.

A tutti capitano dei periodi no, tutti hanno le loro difficoltà: se chi incontriamo nel nostro cammino sembra sorridente, non è detto che sia felice perché per lui va sempre tutto bene tutto bene.. C'è un proverbio dei nativi americani che mi piace molto: 


 "Prima di giudicare una persona cammina per tre lune nei suoi mocassini."


Trovo illuminante questo pensiero: in fondo se pensiamo che la vita non sia una passeggiata, beh, ricordiamoci che non lo è per nessuno. Ognuno ha le sue croci.
La differenza la fa il modo in cui si affrontano le piccole e grandi avversità.

Io sono sempre stata ottimista per natura.
La vita mi ha presentato parecchi percorsi in salita, alcuni così ripidi da sembrare quelle che in dialetto veronese vengono definite "pontare". Agli scout, durante un campo mobile in Carnia, un mio amico aveva definito "Pontara" un luogo di punti geometrici in cui per raccogliere un fiore non ti devi chinare.

Ho deciso di affrontare le mie "pontare" con il sorriso.
E come si fa?

Riempiendosi di pensieri ed esperienze positive.

E in concreto come posso fare?

Ecco come faccio io:

1- se mi viene l'ansia, cerco di trovarmi del tempo per meditare un pochino e svuotare mente ed anima dalla negatività. Non serve tanto. A volte mi basta fare una bella doccia rigenerante ed immaginare che l'acqua porti via la negatività. A partire dalla testa, arrivando ai piedi, seguendo il flusso dell'acqua, immagino una doccia di luce che mi investe.
Bastano cinque minuti, ed esco dalla doccia profumata (perché uso il mio doccia schiuma preferito) e serena.

2- un po' di aroma terapia. Ci sono tanti olii essenziali che rilassano e donano positività. L'olio essenziale della felicità è quello all'arancia, ma va bene anche un profumo che ci faccia sentire sereni.

3- cogliere i momenti felici che ci regala la giornata. Conoscete già la mia iniziativa Scintille di Gioia? Ecco, è nata proprio per questo. Per ricordarmi sempre di pensare positivo.

4- godere di ciò che di bello abbiamo ed imparare ad accontentarsi. Si, va bene ambire sempre al meglio, non bisogna mai smettere di sognare. Ma sognare non implica non apprezzare ciò che abbiamo già. Abbiamo dei doni, nelle nostre vite, e dobbiamo esserne grati.

5- non smettere mai di sognare e di ambire a qualcosa di meglio. Ma sognare significa anche rimboccarsi le maniche e lavorare per raggiungere i nostri obiettivi. Si può inciampare, fare fatica, ma una volta realizzato il proprio sogno... Aaaah! Che soddisfazione!

6-infine, amare. Si, amare ed essere positivi. Se fai il bene e pensi il bene degli altri riceverai sempre il bene, il cosmo cospirerà affinché il circolo del bene torni indietro. Se, al contrario si è negativi e si pensa il male, ci tornerà indietro quello. 
Nella mia vita ho incontrato persone che mi hanno fatto del male. Beh, vendicarsi o perdere energie mentali con quelle persone è inutile. 
Ciò che conta è essere positivi e circondarsi di positività, ignorando chi non è gentile nei nostri confronti.

Be happy!

Sono anni che seguo questo imperativo positivo.
E nonostante gli alti e bassi, la felicità mi circonda sempre.
Basta indossare gli "occhiali della felicità" ed osservare il mondo con il sorriso, perché se sorridi il mondo sorriderà a te.

Lo pensi anche tu?


Se ti sei perso la mia iniziativa Scintille di Gioia, la trovi qui

Commenti

  1. Il mio motto è "con il sorriso tutto è più semplice!" quindi via libera alla positività e bando alla negatività!

    RispondiElimina
  2. Sì, Silvia. Lo penso anch'io. Oggi per esempio ho fatto un giro in bici. Tu dirai, a Roma? In una grande città? Beh, Roma è strana, ci sono palazzi, edifici storici, il traffico ma poi, dietro quella via grande che fai sempre in macchina, c'è una vietta che se imbocchi con la bici, ti porta in un luogo che sembra un bosco. Ecco queste sono le cose che mi riallineano con la vita e con me stessa.

    RispondiElimina
  3. Sono una leopardiana (Giacomo, non me ne volere se ti cito per parlare di me😉😁) e tendo alla malinconia, lo ammetto e fa parte di me da sempre. Non riesco facilmente a vedere il bicchiere"mezzo pieno" ma qualche squarcio di luce ogni tanto illumina anche me!
    Scherzi a parte, indole a parte, essere positivi fa bene a corpo,psiche e a chi ci circonda.

    RispondiElimina
  4. Cara Silvietta, mi piace tantissimo la tua indole, sei una persona molto positiva e sono molto felice di aver conosciuto (anche se solo virtualmente) te ed il tuo blog.
    Un abbraccio.
    Maddalena.

    RispondiElimina
  5. Essere felici e' una bella abitudine

    RispondiElimina
  6. Bellissima l'immagine dell'acqua che porta via le negatività!! La uso anche io in alcuni rilassamenti..l'acqua è uno degli elementi che amo di più. Hai ragione, occorre allenarsi al bello ogni giorno, instancabilmente...

    RispondiElimina
  7. In pratica, sotto la doccia fai meditazione come me l'hanno insegnata a yoga!!!!
    Condivido i tuoi pensieri. Io sono una pessimista per natura da anni ormai ho deciso di non lasciare prevalere questo lato di me e mi sforzo di vedere il lato positivo e "seminare" sorrisi. I risultati li percepisco. Certo, poi a volte mi viene la gastrite a forza di tenermi tutto dentro ma...mi sfogo sul blog e tutto passa!!! Anche questo è uno dei benefici delle mamme in rete, secondo me: ti accorgi che tutte alternano momenti di difficoltà con altri di gioia e che puoi condividere entrambi. E comunque, crescere significa anche accettare i lati negativi della vita e tu ci riesci benissimo!

    RispondiElimina
  8. Sì Silvia, hai proprio ragione. Sto imparando proprio ora (un po' tardi e dopo tanti patimenti!) a staccare. Ho scoperto un posto che mi mette serenità e quando sono giù mi reco lì e tutto passa. Non occorre che sia un posto speciale, basta quello che ti permette di essere te stessa. Non conoscevo le proprietà dell'olio essenziale di arancia........lo proverò senza dubbio. Come lo usi? Sarebbe bello leggere un post dove racconti come lo usi. Lo trovo in erboristeria? Grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alberta!
      A volte trovare la serenità é parte di un percorso interiore, non sempre è semplice. Ma il bello è quando si trova un equilibrio.
      Se vuoi informazioni sull'olio essenziale di arancia le puoi trovare qui http://scintilledigioia.blogspot.it/2016/10/lolio-essenziale-di-arancia-lolio-del.html?m=1
      Lo vendono sia in erboristeria che online, che in negozi specializzati. Assicurarti che sia naturale e non sintetico.
      Un bacio!

      Elimina

Posta un commento