Scintille di gioia 23.05.2016



La settimana appena trascorsa mi ha vista molto affaticata.
Pulcino non stava bene e l'ottavo dentino gli sta dando noia, per cui era fastidioso, la notte dormiva poco e mangiava pochissimo: dalla pastina siamo regrediti alle farine. So che non arriverà ai diciotto anni mangiando pappetta al mais e tapioca, per cui pazientemente aspetto che sia pronto a provare consistenze nuove, magari quando si sentirà meglio.


Mi è venuto un bel mal di gola: tra gli sbalzi di temperatura, le notti insonni e Pulcino malaticcio alla fine il mio fisico ha ceduto. Da mercoledì ho una voce improbabile, una brutta tosse e la gola incendiata. Ieri, addirittura, avevo la febbre e stavo da schifo, ma con un po' di autoconvinzione, oggi sto meglio, DEVO STARE MEGLIO!
Ho un sacco di impegni e, come tutte le mamme, non mi posso concedere di stare male.

MA, come ben sapete, le Scintille di gioia mi hanno accompagnata ed allietato la settimana.
Quali sono state le più belle?
Nonostante la mia catastrofica descrizione della scorsa settimana, ho l'imbarazzo della scelta, le Scintille sono state tantissime!
Eccone alcune:

Abbiamo sistemato il nostro poggiolo creando un bellissimo orticello ordinato. Ora si possono ammirare delle deliziose erbe aromatiche e stanno crescendo tantissime fragole. Se siete curiosi di sapere come sia ora il nostro giardino pensile, potete sbirciare qui
Ieri pomeriggio io avevo la febbre e Marito è uscito in giardino con i bimbi, portandoli al boschetto di pioppi dietro casa. Nel frattempo mi sono accomodata nel nostro orticello insieme ad Oreste e mi sono rilassata un paio di ore nel verde e nei profumi.
Quando Polpetta è tornato a casa, mi ha portato una sorpresa preziosa: una chiocciolina! "Pensa, mamma, è uscita da sola e mi ha mostrato i cornici senza nemmeno dover cantare: bogo-bogonela, tira fora i corni..."
Pulcino sorrideva felice con il suo sguardo ammiccante ed io avevo la certezza che si sono divertiti un sacco!






Mercoledì Marito mi ha portata a provare un ristorantino giapponese aperto da poco in un centro commerciale vicino casa. La cosa divertente del ristorantino è  che c'è un tapis roulant per sushi e mi sono divertita a scegliere con cura i piattini che volevo assaggiare. L'esperienza è stata piacevole e credo proprio che torneremo.

Sabato, invece, ho finalmente passato una giornata intera con mia mamma ed i bambini. Siamo andati a trovarla a casa sua, in montagna ed abbiamo trascorso tanto tempo insieme parlando di tutto, dalle cose frivole ad argomenti più seri. 
Nel pomeriggio abbiamo portato i bambini a passeggiare per la contrada dove sono nate mia nonna e la mia bisnonna. Adoro camminare in quel luogo.
Il tempo ha mutato l'aspetto della contrada rispetto a quando ero bambina, tante persone non ci sono più, le pozze delle mucche sono state prosciugate ma al pascolo c'erano dei deliziosi vitelli che giocavano e Polpetta li adorava.
Siamo stati in un punto panoramico dove andavo sempre quando Polpetta era appena nato ed è stato emozionante, per me, portarci anche Pulcino.
Polpetta ha potuto ammirare un pozzo vero. Questo pozzo, nel mese scorso, ha subito un danno a causa di un temporale, ed è in riparazione: mentre l'anziana padrona ci spiegava come avverranno i lavori di riparazione, ho avuto il permesso di aprire il coperchio e, tenendo stretto a me Polpetta per evitare che cadesse, gli ho mostrato com'è fatto un vero pozzo e quanto è profondo. Era emozionatissimo!




E voi? Avete vissuto Scintille di gioia emozionanti? Avete voglia di raccontarle? 
Se volete partecipare all'inziativa, trovate le semplici regole del gioco qui

Commenti

  1. Che dolce Polpetta che ti ha portato la chiocciolina :)
    Un abbraccio,
    Angi

    www.mammatoday.com

    RispondiElimina
  2. Nonostante gli acciacchi vedo che hai trovato come sempre il modo per trovare il bello nelle giornate! Comunque stupendo il giardino pensile, complimenti! Noi ci siamo trasferiti un anno e mezzo fa in una casa che, per la prima volta in vita mia, ha il giardino e non ci credo quasi! Però ancora devo capire bene come sfruttarlo. Per il momento, però, mi mette allegria! La chioccola è stupenda e anche la Polpetta. Comunque sei stata molto coraggiosa perché a 34 anni suonati io ancora non ho mai avuto il coraggio di affacciarmi in un pozzo :P pensa te! ahahah Mannaggia, il lunedì è sempre una giornataccia, vorrei fare il Top of the post di Marina (da mamma a mamma), le tue scintille di gioia...e invece mi ritrovo sempre con l'acqua alla gola e l'unica cosa che posso fare è leggervi mentre P. dorme :P ma spero sempre di farcela! Qui ci sono stati alti e bassi. Ho iniziato un corso di social media e web marketing, che oltre ad essere una parte del mio (ex) lavoro è anche una passione e mi ha fatto star bene, perché ho ripreso a studiare, che è una cosa che a me piace tanto :') dall'altra parte, però, c'è che ho dovuto togliere tempo al nanetto e mi fa sempre stare male, in un certo senso. Come sempre, da 3 anni, cerco sempre la via di mezzo tra quello che mi manca, quello che mi piaceva fare prima di diventare mamma, e quello che mi piace fare ora...cioè stare con lui (anche se è diventato una peste che non ti dico!!! Mi ammazza di stanchezza e ci vuole tanta pazienza!!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È sempre così difficile coniugare la maternità con tutto io resto, ma d'altronde siamo persone a tutto tondo, non solo mamme.
      Non sai quanti sensi di colpa quando sono tornata al lavoro dopo la maternità di Polpetta o quando, ogni tanto mi prendo del tempo per me.
      Ma poi penso che sono cose che mi fanno star bene e cerco di non sentirmi in colpa. In fondo, siamo persone e solo quando siamo realizzate siamo felici.
      E le mamme felici trasmettono la loro felicità ai loro figli. È come un grande ingranaggio che deve essere ingrassato per funzionare bene. Ma quanti dubbi e quante insicurezze!
      Dalle tue parole arriva la tua eccitazione per la nuova avventura e spero davvero che ti dia tantissime emozioni positive! 😘

      Per quanto riguarda le Scingille di gioia, non è necessario che tu le scriva di lunedì, va bene qualsiasi giorno della settimana, poi io le segnalerò nelle scintille della settimana successiva! 😉

      Elimina
  3. Silvia , sempre testimone a tutto tondo di essenza materna e femminile. Le gioie di una madre e quelle di una compagna, questo mostro al tuo lettore che ti segue con affetto:-)

    RispondiElimina
  4. Buona ripresa cara!! Come invidio il tuo giardino oRto... Io sono un po' negata in questo campo ma mi piacerebbe prima o poi imparare qualcosa 😘

    RispondiElimina

Posta un commento