Il Percorso Avventura





Ieri per Polpetta è stata una giornata speciale: l'abbiamo portato a vivere un'esperienza avventurosa!
Vicino a dove stiamo soggiornando qui in montagna c'è un bellissimo Parco Avventura situato in mezzo ad un bosco di faggi, carpini ed abeti. Il parco si trova nel cuore dei Monti Lessini, qui nel veronese, a Bosco Chiesanuova.


Polpetta era così emozionato all'idea di andare al Parco Avventura che si è sognato di camminare sugli alberi per tutta la notte.

Arrivati al parco è stato subito misurato, per capire a quali percorsi potesse accedere. I percorsi, infatti, sono sei, di diverso livello, e per accedervi bisogna avere un'altezza adeguata.
Il mio bambino, ovviamente, è piccolo, per cui ha potuto accedere solo al percorso baby, alto un metro da terra, ma ci sono percorsi che arrivano ad un'altezza di 14 metri e sono spettacolari.

Prima di iniziare il percorso i bambini sono stati dotati di caschetto ed imbragatura, in modo che potessero effettuare i percorsi in tutta sicurezza. Poi hanno assistito ad una piccola lezione dove la guida spiegava sia ai bambini che ai genitori come si utilizzano i moschettoni e le attrezzature del parco.

Il percorso effettuato da Polpetta era semplice e noi genitori potevamo seguirlo passo passo, nel caso in cui si trovasse in difficoltà.

Inizialmente Polpetta era timoroso. Si muoveva lentamente, chiedeva aiuto e, a volte, si è fermato cercando di capire come muoversi meglio.
Quando ha effettuato il percorso la seconda volta, era già più sicuro di sè ed ogni volta era via via sempre più consapevole dei suoi movimenti e sapeva esattamente come affrontare il percorso.

Pulcino, in braccio a Marito, seguiva passo passo i progressi del fratello ed era molto contrariato, perchè avrebbe voluto fare anche lui le cose divertenti che faceva Polpetta. Stava abbracciato agli alberi nei punti di sosta sopraelevata, toccava le corde, si sporgeva per provare il percorso.
Marito, pazientemente, gli ha fatto provare l'ebrezza di lanciarsi da un albero all'altro appeso alla corda, ovviamente come può farlo un bambino di un anno, in braccio al papà che, appoggiandolo alla corda, cammina fingendo di farlo scivolare con la piccola altalena.



Ma perchè un'attività come quella dei percorsi avventura è utile ai bambini?

Innanzitutto perchè è divertente, in secondo luogo perchè fa uscire i bambini dagli schemi ovattati in cui sono immersi quotidianamente.
Fare un percorso come quello che fa fatto Polpetta, camminando su corde, tronchi, reti, aiuta i bambini a superare i loro limiti e le loro paure.
C'era un bambino sugli otto anni, questa mattina, che preso dal panico chiedeva di scendere, ma istruttori e padre l'hanno aiutato ad avere fiducia in sè e la terza volta che ha fatto il percorso, era felicissimo e gridava al padre, dall'alto, che si stava divertendo tantissimo.

Un percorso avventura, inoltre, consente ai bambini di prendere confidenza con sè stessi ed il proprio corpo. Acquisiscono consapevolezza del proprio equilibrio e dei propri confini corporali, aiutandoli a muoversi nello spazio con maggiore sicurezza.

Questo tipo di percorso aumenta l'autostima del bambino, che si rende conto di possedere coraggio, di avere uno strumento, il proprio corpo, che gli consente di compiere movimenti accurati e complessi che solitamente non riesce a compiere. Far fare ai bambini questi percorsi li stimola a livello psicomotorio aiutandoli a raggiungere nuove tappe di sviluppo.

E' stato davvero bello vedere il mio bambino compiere progressi mano a mano che rifaceva il percorso. Lui di solito è molto prudente e deve sentirsi sicuro per fare qualcosa che può essere potenzialmente pericoloso, ma il fatto di indossare un caschetto ed un'imbragatura gli dava sicurezza: ad un certo punto è scivolato esclamando: "meno male, mamma, che c'è il moschettone!" 

Quando Polpetta ha dovuto togliere caschetto ed imbragatura era davvero triste, perchè la sua esperienza era finita, per ora, ma gli abbiamo promesso che torneremo ancora.
Chissà che magari non riuscirò a fare un percorso pure io...

P.S. Questo post NON è sponsorizzato

Commenti

  1. Mi ha sempre ispirato quel parco ma per un motivo o per l'altro non ci sono mai andata pur avendolo attaccato a casa... Magari quando Dani sarà più grande ci farò un salto ;)
    Un abbraccio!

    www.mammatoday.com

    RispondiElimina
  2. Stupendo e bellissimi i Monti Lessini!

    RispondiElimina
  3. Piacciono tanto anche a noi i parchi avventura! Se ti va puoi condividere l'esperienza anche sul gruppo facebook di Veneto for Kids, mi farebbe molto piacere :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che bello! grazie mille per l'opportunità!

      Elimina

Posta un commento