Come creare le barchette di spugna



In estate, quando il caldo si fa torrido, la cosa che i bambini amano di più è giocare con l'acqua.
Recentemente, al lavoro, ho fatto giocare i bambini con delle barchette di spugna ed è stato bellissimo vederli mentre si divertivano felici.
Alcune mamme mi hanno chiesto come ho realizzato le barchette, così ho deciso di raccontarvelo.

BARCHETTE DI SPUGNA

Occorrente:

  • spugnette colorate per lavare i piatti;
  • stuzzicadenti;
  • fogli di gomma crepla;
  • colla a caldo;
  • forbici

Ho ritagliato le spugnette formando una sagoma che ricordasse la chiglia di una barca, quindi ho preparato le vele utilizzando la gomma crepla. Ho ritagliato tanti triangolini di dimensioni adatte alla barchetta che stavo costruendo, utilizzando come metro di misura il lato di un triangolo equilatero la cui misura è pari a metà dello stuzzicadenti.

Non tutti conoscono la gomma crepla, perciò vi dico che è una gomma morbidissima e facilmente malleabile che si trova facilmente in cartoleria; a scuola la usiamo spesso per creare decorazioni e fare dei lavoretti con i bambini. Semplice e duttile si presta a svariati utilizzi. L'ho scelta per fare le barchette perchè è impermeabile e, a contatto con l'acqua, sarebbe durata di più rispetto ad una vela di carta.

Create le vele, ho incollato con la colla a caldo uno stuzzicadenti, a cui ho tagliato via le punte, per evitare che i bambini si potessero pungere. Lo stuzzicadenti era ben adagiato su uno dei lati del triangolo equilatero e ben immerso nella colla a caldo, per evitare che si potesse staccare facilmente dalla vela.

Con uno stuzzicadenti ho fatto un buchino in mezzo alla chiglia della barca sul lato morbido della spugna (il lato abrasivo va sul fondo perchè da stabilità alla barca ed assorbe meno acqua), quindi ho sparato con la pistola della colla a caldo un puntino di colla sulla punta inferiore dello stuzzicadenti che funge da albero della vela e l'ho inserito nella chiglia. E' importante non esagerare con la colla a caldo altrimenti il calore della colla potrebbe sciogliere la spugna.

Le barchette erano davvero carine e galleggiavano piacevolmente.
I bambini poi, hanno inventato metodi alternativi per giocare con le barchette. C'era chi le ha lasciate galleggiare, chi le immergeva nell'acqua e poi tenendole per la vela osservava l'acqua gocciolare, chi bagnava lo scivolo per lasciar scivolare le barchette sul prato e chi utilizzava le barchette per lavare i giochi del giardino. 

In qualsiasi modo sono state utilizzare sono state fonte di divertimento e gioia per i bambini e questo è quello che conta. Quando i bambini sono molto piccoli, non hanno molti schemi mentali precostituiti e per loro non c'è un modo giusto o sbagliato per giocare, ma un modo diverso dall'altro per sperimentare il mondo utilizzando il gioco come veicolo di esperienza.

E voi? giocherete con le barchette di spugna? Io le proporrò certamente ai miei bambini!


Commenti

  1. ma che bella idea!!1 Da rifare subito!!!

    RispondiElimina
  2. sperimentare per imparare e divertirsi!

    RispondiElimina
  3. Mi sono appuntata di provare a farle non appena ho visto la foto che avevi pubblicato su Facebook. Ora so anche come, grazie! Bellissima idea!

    RispondiElimina

Posta un commento